Giorgia, una vita di corsa

La brutta distorsione di Giorgia

Le piace un mondo il suo lavoro: Giorgia fa l’educatrice di scuola materna. Non potrebbe pensare di fare qualcos’altro.

Stare con i bambini, correre dietro a tutti loro per sei ore al giorno, giocare, insegnare è una vera passione. È un lavoro stressante, e non particolarmente remunerativo. Se non lo ami non riesci a farlo.

coppia si riposa seduta dopo una corsa

Distorsione alla caviglia

Vive in un piccolo centro abitato, in campagna, di quelli dove si conoscono tutti. A misura d’uomo, come si dice. E questo le consente di “staccare” con il lavoro alle 17 e, in due passi, andare a fare jogging per i prati e le stradine dove passano soltanto i trattori e, a volte, qualche cavallo.

È proprio in una di queste uscite che, sovrappensiero, non vede una buca in mezzo alla strada sterrata. Non è molto profonda per fortuna, ma non appena affonda il piede la caviglia si piega in modo innaturale.

Una brutta distorsione. Che rogna, non potrà andare a correre per un paio di settimane (le consiglia il medico).

Per togliere il dolore e accelerare la guarigione, Giorgia usa Lasonil Antidolore, in gel, e Lasonil Antinfiammatorio e Antireumatico 220 mg, che le consente un sollievo dal dolore fino a 12 ore.